top of page

articolo.

  • ML Marketing & Siti web

IMPORTANTISSIMO: CAMBIAMENTI SU INSTAGRAM SEO vs #HASHTAG


Nel marzo 2022, Adam Mosseri ha fatto un annuncio sorprendente tramite Instagram Stories. Il CEO di Instagram ha annunciato che gli hashtag non contano più sulla piattaforma .


Innanzitutto, dice che hai davvero bisogno solo da 3 a 5 hashtag invece di 30 e che l'algoritmo potrebbe porre maggiore enfasi sull'identificazione di parole chiave pertinenti nei sottotitoli rispetto al passato.


Quindi: la SEO è la strada da percorrere? O gli hashtag di Instagram sono ancora lo strumento più potente per la scoperta ?

Entriamo nel vivo!


Di cosa parliamo in questo articolo?

A) Ipotesi

B) Metodologia

C) Risultati

D) Cosa significano i risultati?


Quindi: la SEO è la strada da percorrere? O gli hashtag di Instagram sono ancora lo strumento più potente per la scoperta ?

Te lo dico subito!

Andiamo


Ipotesi

L'utilizzo di parole chiave pertinenti nei sottotitoli di Instagram consentirà ai miei post di raggiungere una maggiore copertura rispetto all'utilizzo degli hashtag

Gli hashtag di Instagram sono stati una parte importante della rilevabilità e della portata sin dal lancio della piattaforma nel 2010.


Per anni, la selezione dei tag Instagram giusti è stata una parte fondamentale della tua strategia sui social media , importante quanto avere fantastiche immagini di Instagram o creare la perfetta didascalia di Instagram.

Perché, ad essere sinceri, la SEO di Instagram non era eccezionale all'inizio. Gli hashtag erano il modo migliore per chiarire di cosa trattava il tuo post, la tua storia o il tuo reel e a chi poteva piacere.

Ma poi le persone hanno iniziato ad abusare degli hashtag, inserendo il numero massimo (30) in ogni didascalia, indipendentemente dal fatto che il tag stesso fosse rilevante o meno.


Quindi Instagram si è messo al lavoro per migliorare l' algoritmo della piattaforma e le capacità di intelligenza artificiale.

Hanno iniziato a incoraggiare le persone a utilizzare meno hashtag, premiando gli hashtag di qualità rispetto alla quantità.

Ora, come suggeriscono i commenti di Adam Moserri, potremmo entrare in un'era post-hashtag di Instagram . Ciò significa che le parole che includi nella didascalia avranno molto più peso nella funzione di ricerca.

Esatto: le parole chiave, non gli hashtag, potrebbero essere il nuovo segreto da raggiungere su Instagram.


METODOLOGIA

Per testare questa teoria, abbiamo creato 10 Post su Instagram.

Tentato di coprire argomenti di tendenza come viaggi, brunch, balli da discoteca, fiori e Vancouver. Usato foto generiche ma belle da Unsplash (uno dei siti di foto stock gratuiti )


Con fotografie di bell'aspetto allineate, abbiamo redatto didascalie cariche di parole chiave per metà dei post.


Per l'altra metà, ho usato da 3 a 5 hashtag rilevanti per la didascalia invece di qualcosa di descrittivo.


Quindi, programmato che uscissero agli orari di pubblicazione consigliati, e aspettato con poca pazienza i risultati.


RISULTATI

La descrizione del Post incentrata sulle parole chiave ha ottenuto più portata e più coinvolgimento rispetto agli hashtag "#".

Ergo...

Adam non stava scherzando! 😎🤓🥸


Diamo quindi un'occhiata ai Dati per dare un senso a tutto questo.

Complessivamente, nella settimana in cui è stato eseguito l'esperimento, sono state raggiunti 2,3K utenti Instagram.


Ma non tutti i post hanno ricevuto la stessa attenzione!


I margini su alcuni post erano maggiori di altri, ma nel complesso, ogni singolo post con una didascalia SEO aveva una portata maggiore rispetto a quelli con hashtag.

Complessivamente, abbiamo ottenuto il 30% di copertura in più con i post SEO rispetto ai post con hashtag .

È importante sottolineare che questi post non hanno solo attirato più occhi.

Ma i post con didascalie SEO e quindi con parole chiave, hanno ottenuto un coinvolgimento maggiore , guadagnando più "Mi piace" .🤷‍♂️


Certo, questo è stato solo un breve e dolce esperimento nel corso di una settimana, ma il potenziale per le aziende su Instagram è davvero intrigante.


Cosa significano i risultati?

In poche parole: gli hashtag sono fuori! La SEO è dentro!

Ma analizziamo alcuni aspetti più profondi di questo piccolo test.


Un post di successo ha bisogno di qualcosa di più di una bella immagine

Sì, un ottimo design grafico e belle immagini sono importanti su Instagram: dopotutto è una piattaforma visiva.

Ma il tuo pubblico desidera ardentemente qualcosa di più di una bella immagine. Vogliono anche contesto, autenticità e significato .

La tua didascalia è un'opportunità per fornire proprio questo.


Sii descrittivo e preciso con le tue didascalie

Se stai cercando rilevabilità e portata, essere ottuso o artistico con la tua didascalia non ti aiuterà. Potrebbe piacere ai tuoi follower esistenti condividere una didascalia e una foto esilarante non corrispondente, ma l'algoritmo non avrà idea di cosa stia succedendo.


Per la massima copertura, utilizza parole chiave descrittive che possono aiutare nuovi segmenti di pubblico a trovare i tuoi contenuti.


Se hai intenzione di utilizzare gli hashtag, abbinali a una didascalia adeguata

Per questo esperimento, metà dei post utilizzava solo hashtag come didascalia. Nessun ulteriore contesto, nessuna frase completa, solo tag, tag, tag.

Quindi, se hai intenzione di continuare a utilizzare gli hashtag di Instagram per i tuoi post, prova a inserirli alla fine di una didascalia più robusta .

Nel caso in cui sia rimasto ancora un po' di succo per la ricerca tramite hashtag, otterrai il #bestofbothworlds.


In conclusione: scusa se abbiamo dubitato di te, Adam Moserri🥴🤩🫠


ML




21 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page